Tangenti, Formigoni: C'è questione morale

Milano, 7 mar. (LaPresse) - "C'è una questione morale, su cui tutti, non solo la politica, è bene che riflettano". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, facendo riferimento all'inchiesta che ha toccato il presidente del consiglio regionale Davide Boni. Le indagini in corso che riguardano politici regionali sono per Formigoni "fatti dolorosissimi che indeboliscono il sistema e la fiducia dei cittadini". "Non ci deve essere il gioco dello scarica barile tra i partiti", ha aggiunto Formigoni rispondendo a chi gli chiedeva se fosse sollevato dal fatto che, dopo le inchieste sui vicepresidenti del consiglio regionale del Pdl Massimo Ponzoni e Franco Nicoli Cristiani e quello del Pd Filippo Penati, questa volta le indagini riguardano il presidente Boni, che è un esponente di spicco del Carroccio. "Quattro incriminazioni sono un quadro grave - ha concluso - ma sono tutti fatti personali, le indagini non toccano la giunta". Davide Boni. Ha poi concluso Formigoni, "chiarirà in termini molto precisi la sua estraneità oppure farà passi conseguenti". "I suoi colleghi si sono dimessi - ha proseguito Formigoni - sono convinto che Boni terrà un atteggiamento coerente, ma non facciamo processi sommari".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata