Stupro Catania, Salvini torna sulla castrazione chimica: "Ma non è nel contratto"

Matteo Salvini torna a parlare della castrazione chimica dopo lo stupro di gruppo a Catania su una ragazza americana di 19 anni. "Si chiama blocco androgenico, è una proposta della Lega ferma da vent'anni in Parlamento, non c'è nel contratto di governo e dunque non sarà un elemento di discussione", dice il ministro dell'Interno che spiega: "Chi mette le mani addosso a una donna o a un bambino oltre che riabilitato va curato".