Stefano Esposito (Pd): "Di Maio è un pirla incompetente"
L'attacco ai microfoni di Radio Cusano Campus: "Lo dico in senso affettuoso, come si usa a Milano"

"Di Maio? E' un pirla incompetente. Parole del senatore Pd Stefano Esposito che, questa mattina, parlando ai microfoni di Radio Cusano Campus (il programma era ECG condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio) c'è andato giù pesante sul candidato premier M5S anche se ha mitigato affermando di aver utilizzato l'epiteto milanese nel senso più affettuoso: "Di Maio se ne è andato quando la Annunziata ha parlato del confronto con Salvini perché non può reggere nessun confronto. Al primo confronto che fa, con chiunque, senza arrivare a Salvini o Renzi, fa la figura del pirla. La storia delle pensioni è la cartina di tornasole della sua incompetenza. Di Maio è un pirla, un pirla incompetente, e dico pirla con l'affetto con cui questo termine viene utilizzato a Milano. E' uno che la spara grossa e che quando viene beccato con le mani nella marmellata dice che non si è spiegato".

Il senatore del Pd ha parlato anche del calo dei consensi del suo partito: "Renzi promette di scatenare una campagna elettorale a tappeto? Io a dir la verità la campagna elettorale a tappeto la faccio da parecchio tempo. E' bene riconoscere le difficoltà che abbiamo in questa fase. Un pezzo di queste difficoltà è anche figlio di una campagna su certi argomenti che proprio oggettiva non è, anche se non dobbiamo fare le vittime. Il problema è nostro, non della stampa, questo lo dico perché non ho la logica vittimistica di Berlusconi, D'Alema o Di Maio. La campagna elettorale ci darà la possibilità di spiegare al meglio le tante cose fatte".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata