Speranza: Faccia come il c...? Offesa simbolo dell'arroganza Pd
Il leader della minoranza dem replica all'attacco di Giachetti

"Non inseguirò Giachetti su questo terreno, queste parole qualificano chi le pronuncia. Ma c'è un aspetto politico: va chiusa la stagione dell'arroganza. Si apra la stagione di un Pd umile, che prova a capire i suoi limiti e i suoi errori". Lo ha detto Roberto Speranza, leader della minoranza del Pd, in un'intervista a La Stampa dopo che Roberto Giachetti durante l'assemblea dem gli ha dato della "faccia come il culo" a proposito della sua posizione sulla legge elettorale. "Il Pd ha dato la sensazione di esser chiuso nel palazzo del potere. Dobbiamo stare nelle periferie, non apparire amici solo di Marchionne e Briatore", accusa Speranza, "Ll'anno del congresso è il 2017 e penso vada fatto prima delle politiche. Certo, sarebbe stato sbagliato improvvisarlo forzando le regole: serve una discussione vera circolo per circolo, dal basso, non un semplice votificio. Stavolta non bastano i gazebo. Sarebbe un errore grave un plebiscito-bis solo perché il capo è arrabbiato e vuole una nuova legittimazione. Vogliamo un centrosinistra o un'altra alleanza con Alfano e Verdini?".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata