Sparatoria a Foggia, Salvini: "Mi auguro che il delinquente finisca i suoi giorni in galera lavorando"

"Bisogna trasformare la battaglia agli spacciatori di droga e di morte in guerra". Lo ha detto Matteo Salvini alla conferenza programmatica della Lega Lazio a Roma. Dure le parole del leader leghista anche nei confronti del pregiudicato che sabato ha ucciso un carabiniere a Foggia a colpi di pistola: "Anime belle di sinistra sono rimaste sconcertate dal fatto che il ministro dell'Interno avesse pubblicato la foto di questo delinquente augurandosi che finisca i suoi giorni in galera. Aggiungo un auspicio all'auspicio: che finisca i suoi giorni in galera lavorando dalla mattina alla sera". Infine Salvini ha commentato l'introduzione da giugno di una nuova arma a disposizione delle forze dell'ordine: "La pistola elettrica permetterà di difendere se stessi e i cittadini".