Sicilia, Crocetta vince con 30,4%, secondo Musumeci con 25,7%

Palermo, 29 ott. (LaPresse) - E' ufficiale. Al termine degli scrutini Rosario Crocetta (Pd) è stato eletto presidente della regione Sicilia con il 30,4% delle preferenze. Secondo il candidato sostenuto da La Destra e Pdl Nello Musumeci, che ha ottenuto il 25,7%. Carlo Cancelleri (Movimento 5 stelle) si è attestato al 18,1% mentre Gianfranco Micciché (Grandesud, Mpa, Fli) è stato votato dal 15,4% degli elettori che si sono recati alle urne. Giovanna Marano (Lista Claudio Fava - Libera Sicilia, Fds, Comunisti italiani, Verdi, Rifondazione) si è fermata al 6%, mentre Mariano Ferro, dei Forconi, ha conquistato l'1,5%. Alto l'astensionismo. Alle 22 di ieri sera, alla chiusura delle urne, nei 390 comuni siciliani nei quali si è votato per eleggere il presidente della Regione e rinnovare l'Assemblea regionale siciliana, l'affluenza è stata del 47,42% degli aventi diritto, dunque l'astensionismo è stato superiore al 50%.

Durante la giornata Crocetta ha messo l'accento sulla sua volontà di contrastare la mafia, in Sicilia ma non solo."Mi piacerebbe fare un comizio in piazza Duomo a Milano per spiegare che la mafia ce l'hanno anche lì e che anche lì alle prossime elezioni la dobbiamo sconfiggere". Crocetta ha detto inoltre che non farà "inciuci. E' la mia storia che me lo vieta" e poi ha attaccato Grillo: "Io sono un rivoluzionario. Non come Grillo, che blatera una rivoluzione che non sa fare".

Il grande sconfitto, Nello Musumeci, candidato alla presidenza della Regione Sicilia sostenuto da Pdl e La Destra durante una conferenza stampa al suo comitato a Palermo, ha augurato buon lavoro al suo avversario ma, ha confessato "non gli ho fatto i complimenti". Alla domanda se ritiene possibile una sua alleanza con Crocetta, Musumeci, ha risposto un secco "no". "Lavoreremo - ha aggiunto - per mettere a nudo il losco sistema di potere" che sta dietro alla sua alleanza. "Voglio far saltare il blocco di potere dietro Crocetta. Farò una opposizione senza 'se' e senza 'ma'", ha ribadito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata