Sgarbi si candiderà a sindaco di Roma. "Raggi è peggio di Nerone"
Sgarbi si candiderà a sindaco di Roma. "Raggi è peggio di Nerone"

Il critico d'arte si candiderà con 'Rinascimento', il movimetno fondato nel 2017

Vittorio Sgarbi, già sindaco di Sutri, in provincia di Viterbo, si candida come primo cittadino di Roma alle elezioni amministrative di Roma nel 2021. Lo storico e critico d'arte, attualmente deputato alla Camera, correrà con il simbolo di 'Rinascimento', il movimento da lui fondato nel 2017 e da allora presente in numerose tornate elettorali, ultima quella in Valle d'Aosta dove ha ottenuto il 5% alle regionali e portato al ballottaggio, nel capoluogo, il candidato sindaco.

La candidatura di Sgarbi rompe gli indugi nel centrodestra e costringe i leader di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia al confronto. Sgarbi non sarà solo: con lui associazioni, comitati, movimenti civici e tra questi il movimento 'No euro - Italia Libera', guidato da Gian Luca Proietti Toppi, con cui ha recentemente promosso la raccolta di firme per il referendum d'indirizzo per la fuoriuscita dell'Italia dall'Unione Europea. "La sindacatura di Virginia Raggi - commenta Sgarbi - passerà alla storia come la più grave calamità naturale dopo il grande incendio di Roma del 64 d. C. ai tempi dell'imperatore Nerone. C'è da ricostruire una città e ridarle la dignità di Capitale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata