Senatrice M5S a ministra Grillo: "Spero possa vaccinare suo figlio, io non ho potuto"
La riflessione di Elena Fattori, madre di un 'bimbo fragile': "Mi auguro che tutti quelli che firmano l'autocertificazione dichiarino il vero"

"Spero che tutti quelli che firmano l'autocertificazione dichiarino il vero" e si ricordi "di tutti i bimbi fragili che non si possono vaccinare". La senatrice M5S Elena Fattori, con un post su Facebook, si rivolge alla ministra della Salute Giulia Grillo, che giovedì ha confermato che basterà l'autocertificazione per poter entrare a scuola, senza bisogno di atti sanitari che attestino di essere in regola con il calendario vaccinale.

 

"Faccio i miei più sentiti auguri alla ministra Giulia Grillo che diventerà mamma. Le auguro anche di poter vaccinare suo figlio come ha dichiarato. Perché non sempre questa volontà si può adempiere", scrive Fattori, facendo riferimento alle parole della ministra ("Presto avrò un bambino e lo vaccinerò"). "Mio figlio Nicoló - continua la senatrice - appena nato è stato ricoverato in terapia intensiva e, insieme a tanti bimbi fragili, almeno quelli che ce l'hanno fatta, è sopravvissuto alla sua prima infanzia grazie al fatto che non ha contratto malattie difficili. Non è andato al nido, non si poteva vaccinare, non sono stata libera di scegliere perché giravano malattie che dovrebbero essere scomparse e lui non ce l'avrebbe fatta".

"Le auguro anche che tutti quelli che firmano l'autocertificazione dichiarino il vero così potrà portare il suo bimbo al nido senza patemi d'animo. Con la preghiera di ricordarsi, quando darà i suoi pareri sulla legge che verrà, di tutti i bimbi fragili e di tutte le mamme silenziose che li osservano senza fare clamore come foglie appese a un albero quando tira vento forte", conclude Fattori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata