Sel: No Renzi bis, ok nuova legge elettorale proporzionale
Dopo l'incontro con Mattarella Scotto e De Petris ribadiscono il 'no' anche all'ipotesi Gentiloni

"La difficile e complicata situazione politica è frutto dell'azione dell'esecutivo che ha voluto espropriarie il Parlamento delle sue prerogative, per questo abbiamo presentato al presidente Mattarella la nostra principale preoccupazione: rifurre la frattura aperta nella società. Un ritorno di Matteo Renzi a palazzo Chigi verrebbe vissuto come una sfida a milioni di persone che hanno espresso un giudizio drastico sul governo. Chiediamo che nasca un governo finalizzato a fare una legge elettorale nuova che risponda alla domanda di rappresentanza forte del paese e archivi definitivamente il sistema maggioritario. E' necessario un testo che veda un ampio consenso per portare poi il Paese alle urne". Così il capogruppo alla Camera di Sel-Sinistra italiana Arturo Scotto dopo le consultazioni al Quirinale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Insieme a lui la senatrice Loredana De Petris, che ha ribadito: " Assolutamente no, noi siamo chiari e netti. Discontinuità è discontinuità quindi non solo 'no' a Matteo Renzi ma anche a chi lo rappresenta", quindi 'no' all'ipotesi Gentiloni
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata