Scuola, Salvini: "Merita certezze, Azzolina si dimetta"

Il leader della Lega: "È il principale problema per 8 milioni di famiglie"

"Il principale problema per otto milioni di famiglie, in questo momento, è la scuola. Vogliamo restituire il diritto ad avere scuole aperte e sicure, con gli insegnanti, con i banchi, con le mascherine, con le mense e con il tempo pieno a tutti i bambini di questo Paese". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine di un evento elettorale a Venaria Reale (Torino). "Azzolina, se non è in grado di farlo o non vuole o non può farlo, si dimetta, perché la scuola italiana merita certezze e non merita litigi e confusione", ha aggiunto Salvini. Poi un pensiero sull'ordinanza del presidente del Piemonte, Alberto Cirio, che prevede la misurazione della temperatura anche nelle scuole. "Ha fatto bene Cirio e fa bene la Lega del Piemonte a preoccuparsi della salute dei nostri figli. Misurare la febbre non deve essere un ulteriore onere per mamme e papà, ma deve essere un compito di cui si fanno carico le scuole. Spero che il governo, invece di fare ricorsi contro il Piemonte, la Sardegna, il Veneto, il Friuli, faccia qualcosa per aiutarli".