Scritte sui muri a Milano, Salvini: "Le forze dell'ordine becchino questi deficienti"

"Continuano a insultare e poi trovano qualche scemo che fa queste scritte sui muri". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini commenta la scritta comparsa sui muri di Milano "Non sparare a salve, spara a Salvini". Il vicepremier leghista aggiunge: "Ho smesso di ridere, ho esaurito la pazienza. Conto che le forze dell'ordine becchino questi deficienti".