Scintille Tremonti-Romani in Cdm

Roma, 13 ott. (LaPresse) - Secondo quanto si apprende, il via libera del Consiglio dei ministri al disegno di legge stabilità è stato rinviato a domani per le tensioni che si sono registrate stamattina a palazzo Chigi tra il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani e il titolare del dicastero di via XX settembre, Giulio Tremonti. Romani non avrebbe gradito le norme contenute nel provvedimento che non destinano più gli incassi extra dell'asta sulle frequenze 4G al settore delle telecomunicazioni (andranno a istruzione e al Tesoro, ndr) e che prevedono tagli lineari maggiori per il suo ministero rispetto agli altri nel caso di inadempienze sulla spesa programmata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata