Sbarchi, Grasso: Consiglio Ue 23 aprile importante presa di coscienza

Roma, 11 mag. (LaPresse) - "Il Consiglio europeo straordinario del 23 aprile scorso si è concluso come sapete con una Dichiarazione finale che presuppone un'importantissima presa di coscienza della situazione, e pone diverse azioni prioritarie lungo diverse direttrici". Così il presidente del Senato Pietro Grasso, a Lisbona in occasione dell'Assemblea parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo - II Summit dei Presidenti, intitolata 'Immigrazione, asilo e diritti umani nella Regione Euro-Mediterranea'.

AUMENTO FONDI TRITON RISULTATO POSITIVO. "E' immediatamente operativo - ha spiegato Grasso - l'aumento dei finanziamenti per la missione Triton, un risultato che considero positivo; mentre sono in corso le attività per preparare i piani di attuazione delle altre misure: misure politiche e diplomatiche, di contrasto ai trafficanti, e finalizzate a garantire accoglienza ai profughi attraverso il rapido espletamento delle procedure. Molti di questi temi sono richiamati nella bozza di conclusioni del Summit che la presidenza portoghese ha preparato (per questo la ringrazio), alla quale stanno contribuendo con diversi emendamenti le delegazioni".

SERVONO PROGRESSI IN SISTEMA SOLIDARIETA'. "Vi è poi un'altra dimensione della strategia europea - ha proseguito Grasso - che ha ancora bisogno di progressi concreti. Mi riferisco alla solidarietà e responsabilità dei diversi Paesi, al potenziamento degli aiuti d'urgenza agli Stati 'in prima linea', e all'organizzazione di un sistema di accoglienza ripartito. Spetterà alla Commissione definire i contorni di un progetto pilota volontario in materia di reinsediamento. A me sembra che sia questo il terreno su cui si misurerà davvero il senso di responsabilità di ciascun Paese, data la natura volontaria del meccanismo di burden-sharing".

SFORZI CONCRETI PER PIANO COMUNE DI ASILO. "E' necessario, io sono convinto, rivedere le regole per garantire asilo ai profughi, distribuendo il peso fra i diversi paesi secondo criteri obiettivi, equi e solidali. E si richiede agli Stati membri uno sforzo concreto per dare effettiva attuazione al sistema europeo comune di asilo, che finora stenta a consolidarsi", ha sottolineato il presidente del Senato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata