Sbarchi, Gibiino (Fi): Esodo dovuto a scelte governi sinistra

Roma, 1 giu. (LaPresse) - "L'emergenza clandestini in Sicilia ha assunto dimensioni drammatiche e non più gestibili. E' oggi il Libero sindacato di polizia (Lisipo) a lanciare l'allarme, a chiedere che l'esecutivo Renzi ritorni sui suoi passi e metta la parola fine all'operazione Mare Nostrum, che ha letteralmente aperto le porte del nostro Paese a decine di migliaia di extracomunitari. Sono ben 43 mila gli arrivi di clandestini dall'inizio dell'anno e con l'estate alle porte il fiume di disperazione minaccia di crescere ulteriormente". Così il senatore Vincenzo Gibiino, membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia e coordinatore azzurro in Sicilia.

"Angelino Alfano - prosegue - particolarmente impegnato a gestire gli affari di casa Ncd e a farsi vedere in televisione, sembra essersi dimenticato di essere a capo del Viminale. Il ministro risponda subito all'interrogazione parlamentare da me presentata, ci spieghi come l'esecutivo intenda arrestare il fiume in piena di migranti, quali iniziative siano state assunte per fermare a monte le partenze, a che punto sia il dialogo con Bruxelles su questa emergenza scottante".

"Gli italiani - continua - esigono risposte, basta tergiversare, il punto di non r0itorno è vicino".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata