Abruzzo, Salvini rompe il silenzio elettorale. Zingaretti: "Viola la legge, mandiamoli a casa"

Il vicepremier ha scelto di rompere il 'protocollo' muovendosi sul filo di norme sui social ancora non del tutto chiare

"Salvini viola la legge elettorale facendo propaganda. Pensano al partito distruggendo l'Italia. L'arroganza e l'incapacità al potere. Iniziamo a mandarli a casa", così Nicola Zingaretti, candidato alla segretaria del Pd scrive su Twitter dopo che il ministro dell'Interno ha condiviso sui social dei messaggi per incoraggiare gli elettori a votare Lega alle elezioni regionali in Abruzzo.

La norma che regola le campagne elettorali vieta di fare propaganda durante il giorno del voto e in quello precedente ma Matteo Salvini ha scelto comunque di rompere il 'protocollo' alimentando le reazioni degli utenti e degli avversari politici, muovendosi sul filo di norme sui social ancora non del tutto chiare. "Io ce l'ho messa tutta! Oggi tocca a voi: dalle 7 alle 23, bastano 5 minuti del vostro tempo: una croce sul simbolo Lega e vinciamo", ha scritto su Twitter il vicepremier, qualche minuto prima che si aprissero le urne. Poi intorno alle 12, ha lanciato su Twitter un appello esplicito a votare Lega: "Chi non va a votare ha già perso, libertà è partecipazione!". Il tutto corredato dagli hasthag #elezioniAbruzzo #Abruzzo #oggivotoLega e la foto del manifesto della Lega con la croce sul simbolo del Carroccio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata