Salvini: "Non è io premier o la morte"
Fatti i presidenti delle Camere, adesso tocca al governo. E la partita è tutta aperta. Matteo Salvini pronto a fare il premier. "Non dico io o la morte", spiega il leader della Lega che sottolinea: "A me interessa che l'Italia cambi". Poi chiarisce: "Bisogna mettersi al tavolo con tutti, e certamente anche con M5S". Più complicato il discorso con il Pd. "Difficile si possa governare con chi lo ha fatto negli ultimi 5 anni", afferma il segretario del Carroccio. Stretta finale, intanto, per i capigruppo. Le nomine saranno fatte domani pomeriggio a Camera e Senato. Intesa ancora lontana nel Partito democratico.