Salvini: Il centrodestra così è finito, voglio votare subito
"Non è che aspettiamo Berlusconi per andare avanti" sottolinea il leader leghista

Esiste ancora il centrodestra? "Così, no". Lo ha detto il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, in un'intervista al quotidiano 'La Stampa'. "Berlusconi, almeno in teoria, mio alleato? Ma non è che aspettiamo Berlusconi per andare avanti. Trump - ha aggiunto - ha vinto parlando di dazi doganali, flat tax, stop all'immigrazione, lotta al terrorismo insieme con Putin. È il programma della Lega. Berlusconi parla di centro liberale, cattolico e moderato. In pratica, la Merkel. Io invece sto con Trump. E voglio votare subito".

 Allo stato attuale, però, al voto solo con la Meloni? "E con Fitto, e con tanti elettori di Forza Italia, che dopo aver letto Berlusconi non credo abbiano voglia di votare per un inciucio con il Pd. Io - ha continuato il leader del Carroccio intervistato dal quotidiano torinese - sento tutti i giorni molti amministratori locali di Fi. Non mi sembra che siano proprio entusiasti di riproporre oggi la ricetta del '94". "Berlusconi - ha poi ammesso - ha cambiato l'Italia e ha segnato la storia degli ultimi 25 anni. In politica, ma anche nell'economia, nei media, nello sport. Spero che la Corte di Strasburgo faccia giustizia e gli ridia la dignità. Ma se crede di essere il leader del centrodestra per diritto divino, si sbaglia. Il leader, semmai, lo sceglieranno le primarie", ha concluso Salvini.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata