Salvini all'attacco: A Pontida c'era anche il Sud, siamo vera alternativa

Roma, 22 giu. (LaPresse) - "Mi piacerebbe una Pontida al Sud. Ci sono già delle proposte e ci stiamo lavorando. Quando vado in Sicilia e mi accorgo che la disoccupazione supera il 50% penso che sia una vera e propria guerra". Lo dichiara il leader della Lega Nord Matteo Salvini in un'intervista al Tempo.

"La prova della piazza è stata entusiasmante - prosegue - Era la prima volta che salivano sul palco ragazze di Andria, di Bisceglie, di Palermo, un sindaco della provincia di Salerno, tanti romani". "È nata una proposta di vita, prima che politica, alternativa a quella di Renzi e della sinistra. Fatta, alla faccia loro, di proposte, di sorrisi, di amicizia, di comunità, di steccati superati - spiega il leader del Carroccio - Non solo tra Nord e Sud ma anche destra-sinistra".

"La Lega Nord vuole vincere, ma non a tutti i costi - precisa Salvini - Non facendo minestroni, ammucchiate, tutti dentro con Alfano, Casini, Fitto: non mi interessa. Vincere in maniera seria per fare quello che adesso stiamo proponendo, senza annacquare i nostri progetti. I temi sono Europa, euro, immigrazione e difesa della famiglia. Su questo non si transige - conclude - Non si può contrattare un pezzo di programma per due assessorati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata