Salvini a raduno Lega a Pontida: Berlusconi è mio interlocutore
"Il mio Papa è Ratzinger, aveva idee precise sull'Islam". Lo ha detto il leader del Carroccio

All'interno del centrodestra "il mio interlocutore in questo momento è il segretario di Forza Italia Silvio Berlusconi, visto che con Giorgia Meloni l'accordo è sostanzialmente generale". Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, a margine del raduno di Pontida, rispondendo a chi gli chiedeva chi sia il suo interlocutore ideale all'interno della coalizione. Per il leader del Carroccio "Papa Benedetto aveva idee molto precise sull'Islam. Quelli che invitano gli imam in chiesa non mi piacciono".

Salvini ha poi fatto un giro tra gli stand dei sostenitori e si è fermato davanti al banchetto dei giovani padani, che esponevano una maglietta con scritto "Il mio Papa è Benedetto". In questo stand è stato raggiunto da Gad Lerner che lo ha incalzato chiedendogli se approvasse quello slogan. Salvini ha risposto: "Non mi intendo di Papi, ma sono fermo a qualche tempo fa, a Papa Benedetto".

Parlando della situazione in Italia, Salvini ha detto che "oggi è un paese di cui si vergogna perché dà 300 euro agli invalidi e 1000 euro alle cooperative che garantiscono gli immigrati". "L'Italia o sta insieme riconoscendo le diversità, come Miglio ha insegnato, oppure il Paese di oggi è un Paese di cui vergognarsi", ha aggiunto Salvini.
Al raduno del popolo leghista sono numerosi gli slogan e le magliette contro Renzi e papa Francesco, colpevole per la Lega di avere posizioni troppo morbide in tema di immigrazione e Islam.

Altre tshirt recitano "Con la ruspa in tangenziale andiamo a governare" e "Di rosso solo il vino". Prima di salire sul palco, il segretario del Carroccio ha fatto un lungo giro tra i banchetti dei militanti, ha stretto le mani e fatto selfie con i sostenitori che lo hanno abbracciato, applaudito, e gli hanno chiesto di autografare le magliette e le copie del suo libro. Salvini si è anche fermato in uno stand che esponeva un Pinocchio di legno di grandi dimensioni, che ha paragonato a Renzi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata