Ruby ter, Berlusconi rinviato a giudizio a Siena: avrebbe pagato un testimone
E' accusato di corruzione in atti giudiziari. Sei giorni fa anche la pm di Torino Laura Longo aveva chiesto il processo per il Cav

Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio dal gup di Siena Roberta Malavasi con l'accusa di corruzione in atti giudiziari. Il giudice ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla Procura nell'ambito dell'inchiesta Ruby ter. Il fascicolo è stato trasmesso da Milano alla città toscana nell'ottobre scorso per competenza territoriale. Per i pm, infatti, a Siena sarebbe stato completato il pagamento effettuato da Berlusconi a Danilo Mariani, pianista delle feste di Arcore, per indurlo a rendere testimonianze edulcorate sulle serate a Villa San Martino nei processi del Rubygate.

Sei giorni fa anche la pm di Torino Laura Longo aveva chiesto il rinvio a giudizio per Berlusconi, indagato per corruzione in atti giudiziari in una vicenda legata al caso Ruby ter. Il magistrato aveva chiesto il processo anche per l'ex infermiera di Nichelino Roberta Bonasia, 32 anni, diventata poi modella e soubrette e ospite assidua delle 'cene eleganti' del Cavaliere.

È indagata per corruzione e per falsa testimonianza per aver reso, secondo l'accusa, dichiarazioni non veritiere sulle cene a Arcore nel processo sui rapporti tra l'ex permier e Karima El Maroug, quando la ragazza non era ancora 18enne. In cambio la Bonasia, come altre Olgettine, avrebbe ricevuto soldi e regali.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata