Rousseau, Di Maio: "Correremo da soli alle Regionali in Emilia e Calabria"

"Il Movimento Cinque Stelle ha dato ancora una volta una grande lezione di democrazia. Ci sono state le votazioni per le Regionali in Emilia-Romagna e Calabria del prossimo 26 gennaio e il Movimento Cinque Stelle ci sarà". Così il capo politico penstatellato, Luigi Di Maio, commentando fuori da Palazzo Chigi il risultato del voto degli iscritti alla Piattaforma Rousseau. La risposta del Movimento "è di andare avanti come un treno. Non so quale sarà il risultato, saranno delle campagne difficilissime, ma noi ce la faremo anche questa volta", ha aggiunto Di Maio, sottolineando: "Io credo che dobbiamo essere tutti felici, perché certifica che il Movimento non ha paura, non si lascia intimidire e non si ferma. Va avanti ed è la terza via. È un'alternativa alle due forze politiche tradizionali della Destra e della Sinistra".

Sul "Blog delle Stelle" si legge: "Sono state espresse 27.273 preferenze su un totale di 125.018 aventi diritto al voto", dunque con un'affluenza decisamente bassa rispetto alle ultime consultazioni. Al quesito "Vuoi che il MoVimento 5 Stelle osservi una pausa elettorale fino a marzo per preparare gli Stati Generali evitando di partecipare alle elezioni di gennaio in Emilia-Romagna e Calabria?", hanno risposto SÌ 8.025 iscritti (29,4%), mentre i NO sono stati più del doppio: 19.248 (70,6%). "L'esito della votazione - conferma il "Blog delle Stelle" - è stata certificata dal notaio, che ne ha garantito la regolarità" e "i risultati saranno depositati presso due notai".

Il voto online ha dunque ribaltato la linea politica di Di Maio. "Questo tema del presentarsi in Calabria e in Emilia Romagna aveva diverse visioni all'interno del Movimento. Io personalmente ho detto che per fare gli Stati Generali a marzo serve e serviva un po' di tempo e quindi non eravamo in grado di presentarci in Emilia Romagna e Calabria. Gli iscritti hanno votato per fare gli Stati Generali, ma evidentemente non hanno questa urgenza", ha puntualizzato il capo politico dei pentastellati. "Con i tempi che serviranno avremo modo anche di fare gli Stati Generali per rinnovare e rigenerare il Movimento".