Rosolino: "Fioravanti? Se è bravo come in vasca abbiamo fatto bingo"
L'olimpionico dei 200 misti a Sydney parla del suo compagno di squadra che in Australia vinse due ori. "Uno che non aveva paura a dire la sua"

Domenico Fioravanti, qualora il Movimento 5 Stelle dovesse vincere le elezioni e formare una maggioranza in Parlamento, sarà il futuro ministro dello Sport del governo italiano. Alle Olimpiadi di Sydney 2000 il novarese fu il primo italiano a diventare campione olimpico nel nuoto in corsia e il primo atleta a vincere la combinata 100 e 200 metri rana in un'edizione delle Olimpiadi. La sua carriera terminò però prematuramente a soli 26 anni mentre preparava i Giochi di Atene 2004 a causa di una ipertrofia cardiaca. Con lui in quella indimenticabile spedizione alle Olimpiadi australiane c'era anche Massimiliano Rosolino, che conquistò l'oro nei 200 misti. LaPresse ha tracciato con il campione napoletano un profilo del suo amico ed ex compagno di squadra.

Domenico Fioravanti può essere il profilo giusto come ministro dello Sport?
"Penso che in questo momento le persone abbiano bisogno di fiducia. Quella che magari nei politici hanno un po' perso ed un profilo come il suo può darla".

 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata