Roma, si dimette minidirettorio del M5s
Secondo rumors la procura capitolina avrebbe indagato De Dominicis per abuso d'ufficio

Nuova tegola sul M5s Capitolino: l'ex magistrato Raffaele De Dominicis, che la sindaca Virginia Raggi avrebbe voluto come assessore al Bilancio al Comune di Roma, secondo fonti giudiziarie sarebbe indagato per abuso d'ufficio dalla procura di Roma. Nella stessa giornata, le dimissioni il minidirettorio capitolino del Movimento. In Campidoglio "la macchina amministrativa è partita, le premesse e le condizioni iniziali sono venute meno ed è quindi giusto che ora proceda spedita esclusivamente sulle sue gambe" scrivono Paola Taverna, Fabio Massimo Castaldo e Gianluca Perilli del minidirettorio romano del Movimento5Stelle.

RAGGI: DE DOMINICIS NON HA REQUISITI PER FAR ASSESSORE. Poche ore prima della diffusione della notizia dell'iscrizione di De Dominicis nel registro degli indagati, Raggi scriveva su Facebook: "Ho appreso che l'ex magistrato e già procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio (Raffaele De Dominicis) in base ai requisiti previsti dal M5S non può più assumere l'incarico di assessore al Bilancio della giunta capitolina, pertanto di comune accordo abbiamo deciso di non proseguire con l'assegnazione dell'incarico. Siamo già al lavoro per individuare una nuova figura che possa dare un contributo al programma della giunta su Roma" .

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata