Roma, Giunta comunale approva contratto servizio Atac

Roma, 6 ago. (LaPresse) - Lotta all'evasione, aumento dei controllori, riorganizzazione dell'offerta, un confronto diretto con l'utenza, aumento delle entrate attraverso la vendita dei biglietti, miglioramento del parco mezzi e progressivo ricorso alle nuove tecnologie. Sono alcune delle dieci novità contenute nel nuovo contratto di servizio licenziato questa mattina dalla Giunta capitolina per migliorare il servizio del trasporto pubblico locale.

"Per quanto riguarda i servizi erogati agli utenti - ha sottolineato l'assessore dei Trasporti del Comune di Roma, Stefano Esposito - tutti i mezzi in grado di circolare devono andare in strada. Inoltre, bisogna assolutamente intensificare la lotta all'elusione attraverso l'aumento della vendita dei biglietti e l'aumento dei verificatori".

"Il primo e fondamentale passo - prosegue Esposito - è rimettere in moto la gara per i bus, a seguito della sigla di questo contratto di servizio. In questo momento abbiamo fatto quello che dovevamo fare: la ricapitalizzazione e il contratto. Oggi poi la Regione, con l'incremento delle risorse, ci ha dato una mano importante. Il mio augurio è che sia solo l'inizio di un rinnovato accordo interistituzionale: solo in questo modo daremo una prospettiva ad Atac e al Tpl".

Per quanto riguarda il problema o l'apertura al mercato o ai privati, qualunque sia la soluzione dobbiamo trovare un partner industriale. Oggi - ha concluso l'assessore dei Trasporti del Comune di Roma - il punto vero è che con la ricapitalizzazione abbiamo fatto l'ultimo atto possibile, cioè mettere i soldi dei romani nell'azienda. Con la Regione, a partire dal 24 agosto, cominceremo a lavorare alle diverse proposte, da quelle del sindacato alle nostre".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata