Roma, Gasparri indagato per peculato

Roma, 17 dic. (LaPresse) - Il nucleo di polizia valutaria della guardia di finanza ha notificato un avviso di chiusura indagini nei confronti del vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (Pdl-Fi). Gasparri è indagato per peculato. Alla base dell'accusa, stando a quanto si apprende, c'è una polizza a lui intestata per il valore di 600mila euro. Quell'assicurazione sarebbe stata stipulata con i fondi del gruppo parlamentare Pdl. Il versamento fu fatto il 22 marzo del 2012. Il primo febbraio del 2013 Gasparri ha comunque restituito la somma al gruppo Pdl. Secondo il capo di imputazione, "in data 22-03-2012 per l'acquisto, con il versamento del relativo 'premio unico spot' di una polizza 'Bnl private selection Pmua 0154856', polizza intestata a lui personalmente, avente quale durata la sua intera vita e i cui beneficiari, in caso di morte dell'assicurato, erano i suoi eredi legittimi, procedendo poi al riscatto anticipato della polizza in data 01-02-2013 liquidata in euro 610.697,28 e alla restituzione della somma di 600mila euro al gruppo Pdl-Senato con due bonifici di euro 300mila ciascuno, rispettivamente in data 20-02-2013 e 12-03-2013, a seguito di specifiche richieste della direzione amministrativa del gruppo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata