Riforme, tempi contingentati in Senato: voto entro l'8 agosto

Roma, 24 lug. (LaPresse) - Sì al contingentamento dei tempi per l'esame in aula al Senato delle riforme. Il voto finale dovrà arrivare entro l'8 agosto. E' quanto avrebbe deciso la conferenza dei capigruppo di palazzo Madama, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari. Al termine della conferenza dei capigruppo, la ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi, ha sottolineato l'elevato numero degli emendamenti presentai. O ritirano in modo sostanzioso gli emendamenti o non si va avanti. Con questo numero di emendamenti non si discute, è un ricatto" ha detto la ministra.

Ieri le senatrici del Pd Pina Maturani, Rita Ghedini, Valeria Cardinali, Camilla Fabbri e Pamela Orrù, in una nota, hanno definito, il numero degli emendamenti come un "tentativo di rallentare il percorso delle riforme". "8mila emendamenti - hanno detto le senatrici - si chiamano in un solo modo: cieco ostruzionismo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata