Riforme, Renzi: Vedremo chi sta col popolo. De Magistris? Solo insulti
Dalla Cassazione arriva l'ok al quesito referendario

"Saranno cinque mesi di dialogo intenso con i cittadini. E alla fine vedremo chi sta con il popolo e chi nuota solo nell'acquario della politica politicante, fatta di talk, tv e autoreferenzialità". Lo scrive nella sua enews il premier Matteo Renzi, che sottolinea che "la sovranità appartiene al popolo. Il referendum ci dirà se la gente vuole cambiare davvero o si accontenta del solito sistema istituzionale bloccato di questi anni. Io sono in campo, ma la differenza potete farla solo voi". "Le difficoltà ci sono, certo. Ma noi vogliamo tanto bene all'Italia. E allora avanti tutta. E insieme all'Italia che dice sì", scrive ancora il presidente del Consiglio, nel giorno in cui la Cassazione ha dichiarato "conformi" le quattro richieste di referendum sul testo di legge costituzionale approvato dalle Camere. Il permier è poi tornato anche sulla polemica con De Magistris: "Il sindaco di Napoli mi insulta e minaccia con volgarità indegne di un uomo pubblico".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata