Riforme, Renzi: Problema non è Berlusconi, ma altri di Forza Italia

Roma, 11 nov. (LaPresse) - Sulla legge elettorale "penso che il problema non sia Berlusconi, sono i Brunetta, i Fitto". Pace fatta? "Speriamo". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della puntata di 'Porta a Porta' affronta la questione del patto del Nazareno. Nell'occasione viene anche confermato per le 18 di domani l'incontro tra il premier e il leader di Forza Italia, rimasto in forse fino a questa sera. "Berlusconi - prosegue il presidente del Consiglio - sulle riforme è d'accordo. Poi, se ogni giorno che esce dall'incontro con me c'è Brunetta che gli fa il controcanto, merita solidarietà".

L'ULTIMO INCONTRO. "Sì penso che quello di domani sia l'ultimo degli incontri con Berlusconi - ha specificato Renzi -. Ho fatto uno strappo in salita perché tutti giravano in tondo".

NON HO CAMBIATO CARTE IN TAVOLA. E prima dell'appuntamento di domani, Renzi ci tiene a fugare ogni dubbio. "Fregatura a Berlusconi?", chiede Bruno Vespa. E il premier risponde: "Io? Le sembro il tipo? Leggo dei commenti un po' strani.. 'prendiamoci tempo, non c'è fretta'. Sono 20 anni che se ne parla". "Non ho cambiato le carte il tavola - sottolinea -. Berlusconi, il Cavaliere, come lo chiama lei Vespa, sapeva ed era d'accordo. Poi usciva e ci aveva Brunetta e gli altri. Credo che convenga a tutti che le regole del gioco si facciano insieme".

RIFORME. Poi il distinguo: "Il fatto che si debbano fare le riforme insieme, non vuol dire che se" Forza Italia "non è d'accordo non si fanno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata