Riforme, Renzi: Non guardare in faccia nessuno, Italia deve cambiare

Roma, 1 set. (LaPresse) - "Guardiamo negli occhi tutti, ma non guardiamo in faccia nessuno. Se l'Italia deve cambiare, nessuno può chiamarsi fuori. Nessuno può tirarsi indietro. Vale per tutti i settori". Così Matteo Renzi nel testo di presentazione del mini-sito, un 'diario di bordo' dedicato ai Mille Giorni che verrà presentato alle 14 in conferenza stampa.

Mille giorni. E' questo l'orizzonte che si dà il premier Matteo Renzi, insieme al suo Governo. E oggi pomeriggio il presidente del Consiglio presenterà la sua agenda, il programma di Governo, con cui proprio in mille giorni punta a far uscire l'Italia dalla crisi e a farla tornare leader in Europa. Insieme a lui oggi, per presentare le riforme e i tempi dell'azione di Governo, ci saranno anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio e la ministra per le Riforme costituzionali Maria Elena Boschi.

"Il nostro Governo è nato per fare quello che per troppo tempo è stato solo discusso", dice il premier Matteo Renzi nel testo di presentazione del mini-sito. "Questo- dice - è il Paese che è apparso sulla scena internazionale come il Paese dei veti. Dei no, non si può. Delle lungaggini e delle procedure. Al termine di questo periodo avremo un Paese più coraggioso, più semplice, più competitivo. E dunque una politica più credibile". "Passo dopo passo - aggiunge Renzi - riporteremo l'Italia al suo posto. A guidare l'Europa del coraggio, non a inseguire i fantasmi della paura".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata