Riforme, Renzi: No ai ricatti, i numeri ci sono anche senza Forza Italia

Roma, 6 feb. (LaPresse) - "Se Forza Italia, che ha sempre difeso" quanto deciso su legge elettorale, rapporto Stato/Regioni e fine del bicameralismo paritario con il superamento del Senato "adesso vuole rimangiarsele, buon appetito. Ho sempre detto che voglio fare accordi con tutti e che non ci facciamo ricattare da nessuno. Perché i numeri ci sono anche senza di loro". E' quanto scrive il presidente del Consiglio Matteo Renzi nella sua enews. "Spero che dentro Forza Italia prevalgano il buon senso e la ragionevolezza - aggiunge - Se ciò non dovesse accadere noi continueremo a rispettare Berlusconi e il suo partito come rispettiamo tutti i partiti che ottengono i voti dei nostri concittadini: il nostro obiettivo non è parlar male dei nostri avversari, ma lavorare bene per l'Italia".

Renzi aggiunge che "il collegamento mentale" fra l'elezione del presidente della Repubblica e la rottura del patto del Nazareno "è quanto mai curioso". Per questo sui tre punti del patto, cioè legge elettorale, rapporti Stato/Regioni e eliminazione del bicameralismo paritario, "noi continueremo ad andare avanti. Noi non abbiamo cambiato idea", spiega Renzi. E il premier prepara i suoi concittadini: "Abbiamo mandato avanti riforme corpose.

Segnatevi la data del 20 febbraio, è importante". In quel giorno infatti, durante Consiglio dei ministri, sul tavolo del governo dovrebbero esserci i decreti attuativi del Jobs act e i provvedimenti fiscali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata