Riforme, opposizioni: Sull'articolo 10 faremo resistenza passiva, no ostruzionismo

Roma, 6 ott. (LaPresse) - "Resistenza passiva. Siamo tutti d'accordo. Staremo in aula, muti, siamo ostaggi della maggioranza. Votiamo gli emendamenti e non facciamo ostruzionismo. Faremo la dichiarazioni di voto sull'articolo 10. Poi ci riaggiorniamo. Non abbiamo deciso sul voto finale". Lo ha annunciato il capogruppo della Lega Gianmarco Centinaio, al termine della riunione delle opposizioni al Senato. Decisione annunciata in aula alla ripresa della seduta.

PIZZETTI: FINE DELL'AVENTINO. "Il passivo è solo passivo e non è resistente. Evidentemente hanno capito che l'Aventino non è cosa buona per le opposizioni. In ogni caso è tutta un'azione strumentale". Lo ha detto il sottosegretario per le riforme Luciano Pizzetti a Palazzo Madama dopo la riunione in cui le opposizioni hanno deciso di fare "resistenza passiva" in aula in segno di protesta contro la riforma del Senato. Pizzetti ha annunciato che presto verrà affrontato il nodo del presidente della Repubblica.

SUPERATO PRIMO VOTO SEGRETO. La maggioranza supera il primo voto segreto sull'articolo 10 del ddl Boschi, ma scende per la prima volta a 153 voti. Molti i favorevoli a questo emendamento a firma di Roberto Calderoli, 131, mentre gli astenuti sono stati 3.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata