Riforme, inammissibili più della metà emendamenti a ddl Fornaro

Roma, 23 set. (LaPresse) - Sono più di 430 su 812 gli emendamenti inammissibili alla pdl Fornaro. La proposta riguarda esclusivamente la modifica di due norme costituzionali (il primo comma dell'articolo 57 e il secondo comma dell'articolo 83 della Costituzione) relativi, rispettivamente, alla base territoriale di elezione del Senato e al numero dei delegati per l'elezione del Presidente della Repubblica.

Nello speech della presidenza, si è ribadito che "il perimetro dell'intervento legislativo è ovviamente definito dal contenuto della proposta di legge, la quale ha contenuto limitato nelle dimensioni e molto puntuale e specifico nel suo ambito materiale, senza intervenire su altri aspetti del sistema elettorale ovvero sul funzionamento o sui poteri delle Camere, né su altri aspetti delle modalità di elezione del Presidente della Repubblica o sui suoi poteri".

(Segue).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata