Riforme, Berlusconi pronto ad andare in aiuto a Renzi e apre su Italicum

Roma, 30 lug. (LaPresse) - Silvio Berlusconi pronto ad aprire su Italicum e ad andare in aiuto di Matteo Renzi sulle riforme costituzionali in stallo in Senato. Le trattative tra Partito democratico e Forza Italia, in attesa dell'incontro tra il premier e il leader di Forza Italia, che dovrebbe tenersi la prossima settimana, hanno preso il via, riferiscono fonti vicine al partito azzurro, e in queste ore si sarebbero intensificate anche a causa dello strappo in Senato di Sel sul ddl Boschi. A confermarlo lo stesso premier Renzi che oggi nella sua e-news ha sciolto il nodo sulla riforma della legge elettorale lasciando aperta la porta di ulteriori modifiche al provvedimento nella lettura a palazzo Madama.

A quanto si apprende infatti Denis Verdini, uomo macchina e responsabile dell'accordo del Nazareno, avrebbe avviato già con i fedelissimi del presidente del Consiglio una nuova fase di discussione sull'Italicum. Mantenendo sempre calda la linea con Arcore, il Cavaliere avrebbe infatti fatto sapere a Renzi che sulle suglie di sbarramento si può discutere, mentre rimane serrata la porta sulle preferenze. Questa la posizione, sempre secondo quanto riferito, di Berlusconi sul fronte legge elettorale, mentre sulle riforme, che stanno subendo un duro stop a palazzo Madama, il leader di Fi avrebbe chiesto ai suoi di tenere sotto controllo i dissidenti e le anime più calde tra i senatori di Forza Italia per evitare che i primi voti sul ddl Boschi subiscano defezioni a danno della maggioranza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata