Riforme, al via discussione generale: 52 ddl in commissione Senato

Roma, 22 apr. (LaPresse) - La commissione Affari costituzionali di palazzo Madama ha iniziato la discussione generale sulle proposte di riforma costituzionale. Sono 52 i disegni di legge depositati, tra questi quello del Governo che prevede 'Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della parte seconda della Costituzione' e quello del senatore Pd Vannino Chiti che si discosta in parte da quello firmato dal premier Matteo Renzi e dal ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, perché prevede - tra le altre cose - l'elezione diretta dei senatori da parte dei cittadini.

Ancora questa mattina la ministra ha chiesto al senatore dem di ritirare la sua proposta e ha ribadito che la riforma va approvata "entro il 25 maggio". Secondo quanto si apprende, sono oltre un centinaio i senatori iscritti a parlare in sede di discussione generale, che dovrebbe chiudersi nella giornata di domani. Le sedute di giovedì dovrebbero essere dedicate, invece, all'audizioni di esperti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata