Ricerca, Renzi: In arrivo un piano da 2,5 miliardi di euro
Il presidente del Consiglio ha visitato i lavoratori dell'Istituto ricerche biologico molecolare (Irbm) di Pomezia

"Il mio non è un racconto per negare i problemi dell'Italia. Per anni ci siamo detti che l'Italia è un Paese finito, invece è un Paese infinito, che riesce a trovare cose e soluzioni anche dove non te l'aspetti. L'Italia è un Paese che quando si rimette in moto può essere leader mondiale. Finché c'è un cervello in Italia che ha voglia di scoprire qualcosa di nuovo, l'Italia è coerente con la propria storia, l'Italia è stata sempre questa roba qua". E' tutto in queste frasi il senso del tour del premier Matteo Renzi di oggi tra le eccellenze italiane. Prima ha visitato il nuovo centro congressi progettato da Massimiliano Fuksas, poi il gruppo Ads, specializzato in infrastrutture per le telecomunicazioni, e infine l'Istituto ricerche biologico molecolare (Irbm), questi ultimi due a Pomezia.

E ha approfittato di queste visite per annunciare: "Nell'arco delle prossime settimane uscirà un piano della ricerca da due miliardi e mezzo di euro. Finalmente si torna a investire in questo settore e si torna ad avere il segno più, perché la ricerca è futuro".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata