Ricerca, Napolitano: Non è vero tutti cervelli via da Italia

Roma, 7 nov. (LaPresse) - "Abbiamo una bella mobilità di cervelli qui in Italia, non è vero che tutti vanno via dall'Italia". Alcuni per la loro vocazione e passione di ricercatore scientifico vanno all'estero e poi tornano". Così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aprendo l'incontro 'L'Europa della Scienza' nell'ambito del ciclo di appuntamenti 'L'Europa siamo noi', in corso nel salone dei Corazzieri del Quirinale.

"Sentiamo valorizzazioni" di ricercatori italiano "che ci fanno molto piacere - ha aggiunto - ci sono tanti italiani che fanno fare bella figura all'Italia". Il Capo dello Stato ha ricordato che per "qualità dei ricercatori, l'Italia è al settimo posto" ma ha anche sottolineato "il problema dei finanziamenti alla ricerca" e la "condizione abbastanza indecente" delle retribuzioni e delle condizioni dei ricercatori italiani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata