Renzi: Se ci sono problemi si fermano colpevoli non opere
"Saremo davvero cambiati quando davanti a un problema si arresta chi è giudicato colpevole"

  "Se qualcuno commette reato, va giudicato con sentenze che devono essere giuste e veloci. Ma se ci sono dei problemi si fermano i colpevoli, non le opere. L'Italia è un Paese in cui per molti anni si è preferito dare ascolto ai processi celebrati nei talk-show o su altri media e non nei tribunali. Con il risultato che i colpevoli la sfangano. E le opere si bloccano. Io voglio bloccare i ladri, non le opere".  Lo scrive il premier Matteo Renzi nella sua Enews. "Saremo davvero cambiati quando davanti a un problema si arresta chi è giudicato colpevole, ma non si blocca l'opera - prosegue - Troppo spesso abbiamo bloccato le opere pubbliche e private, lasciando in libertà i responsabili".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata