Renzi: Numeri chiari, aumentati Pil e occupazione
Il premier lancia l'hashtag #trenta e posta slide coi risultati del governo in trenta mesi

"Siamo bombardati dai numeri, dalle statistiche, dalle cifre. E sembra impossibile conoscere la verità. Tuttavia dire la verità in modo semplice e chiaro, offrire numeri e cifre è possibile. Poi ognuno si fa una propria opinione. Ma i numeri sono chiari. Le cifre non mentono". Il premier Matteo Renzi si difende nella sua e-news  dalle critiche dopo la diffusione dei dati Istat sull'occupazione, col numero di disoccupati in crescita tra i giovani, e lancia l'hashtag '#Trenta', 30 slides per i 30 mesi di lavoro del governo.  "Trenta slide in trenta mesi. Numeri, non chiacchiere. Tutti insieme, tutti nella stessa direzione #Italia #trenta", scrive infatti su Twitter, postando sul social network un dossier sui risultati raggiunti dal Governo in due anni e mezzo. Gli occupati sarebbero passati da 22 milioni 180mila a 22 milioni 765mila, la disoccupazione dal 13,1% all'11,4%, quella giovanile dal 43,6% al 39,2%. E poi, secondo il premir, il Pil sarebbe cresciuto, passando dal -1,9% di "ieri" al +1% di oggi, il deficit sarebbe sceso dal 3 al 2,4%. Il presidente del Consiglio rimarca poi l'elargizione degli 80 euro, i risultati sul fronte turismo, l'eliminazione dell'Imu sulla prima casa e il recupero dell'evasione fiscale.

Il premier non dimentica nella sua e-news anche il terremoto: sul post sisma "il Governo c'è, pronto a fare la propria parte, lavorando con tutti senza alcuna distinzione di colore politico per la ricostruzione di quei territori e per il progetto Casa Italia". "Non vogliamo lasciare solo nessuno - rimarca -, nessuno"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata