Renzi: Non pugnalo Bersani alle spalle, Grillo non va rincorso

Firenze, 1 mar. (LaPresse) - "Ho combattuto Bersani a viso aperto quando non lo faceva nessuno, guardandolo negli occhi. Non lo pugnalo alle spalle, oggi: chiaro?". Così Matteo Renzi nella sua e-news, riferendosi alle notizie di stampa circolate su una ipotesi di un suo incarico da premier. Il primo cittadino di Firenze stamane su twitter aveva detto: "Ciò che volevo per l'Italia l'ho detto per le primarie. Ho perso. Adesso faccio il sindaco. Non ci possiamo permettere neanche i rimpianti". Ma Renzi aveva aggiunto: "Se per riuscire a superare lo stallo che si è creato e che, certamente, non fa bene al Paese, il Pd si presentasse con più nomi di possibili candidati alla presidenza del Consiglio e se fra quei nomi ci fosse anche il mio, allora io ci penserei seriamente".

"Pensiamo di uscirne vivi offrendo a Grillo la Camera e a Berlusconi il Senato, secondo gli schemi che hanno già fallito in passato?- scrive sulla sua e-news diffusa nel pomeriggio - Trovo sbagliato e dannoso inseguire Beppe Grillo sul suo terreno, quello delle dichiarazioni ad effetto. Quello della frase di tutti i giorni. Tanto lui cambia idea su tutto, la storia di questi ultimi 30 anni lo dimostra. Grillo non va rincorso, va sfidato. Sulle cose di cui parla, spesso senza conoscerle".

"Per la prima volta un Paese europeista come l'Italia vede affiorare un voto antieuropeo, che è un fatto molto pericoloso di cui anche i commentatori si sono occupati poco. Per la prima volta - prosegue Renzi - un Paese europeista come l'Italia vede affiorare un voto antieuropeo, che è un fatto molto pericoloso di cui anche i commentatori si sono occupati poco".

"Le elezioni, niente giri di parole: il centrosinistra le ha perse. La vittoria numerica - conclude il sindaco di Firenze - alla Camera non è sufficiente e lo sappiamo".

"L'atteggiamento di Renzi è corretto. Noi siamo una squadra con l'obiettivo di portare l'Italia fuori da una situazione difficile ed evitare spaccature nel Pd", ha commentato Alessandra Moretti, portavoce di Bersani. "Come pensiamo di fare un governo con Berlusconi?. E' il nostro legittimo impedimento il Cavaliere e il nostro avversario e dobbiamo rispettare la base", ha detto Moretti, commentando le dichiarazioni di Renzi nella sua e-news.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata