Renzi non è più nostro leader, ma non sono uomo di D'Alema
"Io a Renzi l'ho detto molte volte. Tu non sei quello dell'establishment, sei il leader della sinistra e devi dare un seguito agli ideali della Resistenza"

"Io non faccio parte di correnti, non sono il candidato di D'Alema. Ma lui a differenza di Renzi ha mostrato generosità e intelligenza politica e non lavora per la carriera, lavora per restituire all'Italia e alla sinistra una prospettiva. Non sono mai stato così preoccupato per la Repubblica italiana, nemmeno nei momenti tragici del terrorismo". Sono le parole del governatore della Puglia Michele Emiliano in un'intervista al Corriere della Sera. "Senza congresso il Pd è morto. Se invece Renzi fa le primarie e le vince, ci rimette tutti insieme", aggiunge Emiliano, "Io a Renzi l'ho detto molte volte. Tu non sei quello dell'establishment, sei il leader della sinistra e devi dare un seguito agli ideali della Resistenza, al movimento operaio, ad Aldo Moro e alle sue lotte per i diritti... Ma niente, non accetta più consigli da nessuno". E ancora: "Lui potrà essere il segretario, ma non è più il leader del Pd. Se non va a congresso e non si rilegittima con le primarie potrà al massimo controllarne la struttura fisica".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata