Renzi: Mi accusano di 'annuncite'? Verificabilità dei risultati del governo è una grande rivoluzione

Roma, 1 set. (LaPresse) - "Nel momento in cui sei accusato di 'annuncite' noi rispondiamo con una data alla quale ci siamo autocostretti". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa di presentazione dei 'mille giorni' del Governo.

Mille giorni. E' questo l'orizzonte che si dà il premier Matteo Renzi, insieme al suo Governo. E oggi pomeriggio il presidente del Consiglio ha presentato la sua agenda, il programma di Governo, con cui proprio in mille giorni punta a far uscire l'Italia dalla crisi e a farla tornare leader in Europa.

"Oggi per noi è il giorno della partenza dei mille giorni, c'è un countdown", ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa di presentazione dei 'mille giorni' del Governo.



"Il countdown, la verificabilità dei mille giorni- ha aggiunto - è una grande e vera rivoluzione".

"Oggi è il giorno zero. Ogni giorno sul sito 'passodopopasso.italia.it' ci saranno elementi nuovi che verranno dal Governo, dal Parlamento, dai cittadini. Domani ci saranno le misure per l'agricoltura. Mercoledì sarà questo sito ad annunciare le misure sulla scuola", ha sottolineato il premier.

ENTRO MILLE GIORNI SAREMO PAESE CIVILE- "Ho chiesto al ministro Boschi e a Delrio di aggiornare il numero dei decreti attuativi e lo strumento dei fondi europei costantemente sul sito. Entro 1000 giorni saremo un Paese civile se non avremo arretrati sui dl attuativi e se i denari non saranno realmente dispersi come talvolta abbiamo suoi fondi europei", ha detto Renzi.

RIMPASTO A FARNESINA? SE NE PARLA DOPO 25/10- "Il 25 ottobre un ministro lascerà il Governo (Federica Mogherini per assumere l'incarico di Lady Pesc, ndr). Ci penseremo alcuni giorni prima. Al momento non c'è nessuna discussione sul rimpasto", ha dichiarato il premier.

80 EURO SCOMMESSA POLITICA, NON MANCIA- "Altro che mancia elettorale, gli 80 euro sono una scommessa politica", ha affermato il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa di presentazione dei 'mille giorni' del Governo

PROBLEMA NON E' ART.18, POSSIBILE OK PIU' TUTELE- "Io credo - ha sottolineato Renzi - che sul contratto a tutele crescenti ci possa essere una convergenza a livello parlamentare. Il problema non è l'art. 18. Non lo è mai stato".

RIFORME, LE FAREMO MANTENENDO IL 3% E CON FLESSIBILITA'- Per Renzi "l'Italia farà "le riforme mantenendo" il vincolo del "3%" del rapporto deficit/Pil e "utilizzando la flessibilità che l'Unione europea ci consente".

VIGILEREMO CHE 200 MLD BCE ARRIVINO DA BANCHE A IMPRESE- "Dalla Bce dal 18 settembre arriveranno 200 miliardi di euro alle banche perché le diano alle imprese e noi vigileremo. E' fondamentale che ci siano progetti seri", ha aggiunto il capo del governo.

PREMIER RENZI LANCIA SU TWITTER IL SITO MILLE GIORNI- "Il sito http://passodopopasso.italia.it è il diario di bordo dei #millegiorni. Sarà arricchito quotidianamente. Domani agricoltura, mercoledì scuola".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata