Renzi: La crescita è il mio sogno e il mio incubo
Intervistato da Cnbc ha affrontato vari temi, da Mps a Ucraina

 "Questa è la mia prorità, il mio sogno e il mio incubo, ogni giorno ci penso. Crescita, crescita, crescita". Lo dice il premier Matteo Renzi in una intervista alla Cnbc. "Sono diventato primo ministro - aggiunge - dopo due anni di recessione e il primo risultato per me non è l'occupazione nelle banche cooperative, la riforma costituzionale, la legge elettora. La prima prorità e il primo risultato per me è vedere l'Italia tornare alla crescita". Il presidente del Consiglio nell'intervista al network americano. 

MPS TRA PRESENTE E FUTURO. "Monte dei Paschi di Siena è senza crediti deteriorati" grazie all'operazione Atlante, "perciò questo è il finale" della storia. Renzi poi aggiunge: "Monte dei Paschi di Siena è un grande marchio e se ora è senza crediti deteriorati, con una buona strategia, questa banca potrebbe essere una ottima banca per il futuro. Obbiamente, tutte queste banche, in particolare una così importante, hanno bisogno di ricapitalizzare per il futuro ma questo è il mercato, decideremo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi".

UCRAINA DALLA PARTE USA. "Noi stiamo con la coalizione internazionale. Stiamo con gli Stati Uniti e chiediamo alle autorità russe di implementare il protocollo di Minsk per l'Ucraina". Il premier aggiunge: "Allo stesso tempo penso che abbiamo bisogno di coinvolgere la Russia nella lotta contro il terrorismo, contro l'Isis, in ogni teatro di guerra in Siria. Riconosco il ruolo delle autorità russe nel dare libertà a Palmira, un simbolo e non solo una città, ma anche in altri teatri internazionali".

VOTO PER CLINTON. "Penso che sia ovvio per me e per molti di noi preferire Hillary Clinton come comandante in campo, perché con lei ci sarebbe una donna in grado di conoscere ogni dossier, in grado di avere una storia e un futuro con i partner. Non posso votare negli Stati Uniti, ma penso che sia chiaro in questo caso quale sarebbe il mio voto".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata