Renzi: Italia è più forte delle paure. Non più alibi per non fare riforme

Roma, 26 mag. (LaPresse) - "Vorrei partire dal mio ringraziamento dal profondo del cuore agli elettori e alle elettrici. Questo Paese è migliore di come c'è lo raccontiamo". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi commentando l'esito del voto per le Europee. "L'Italia è più forte delle paure che la attraversano", ha aggiunto Renzi, che ha confessato di essere "felice e commosso" per il risultato ottenuto.

NON CI SONO PIU' ALIBI, SERVONO RIFORME - "Molti mi dicono 'perché non festeggiamo', 'perché non fai una piazzata con le bandiere'. Non abbiamo l'esigenza di far festa perché avvertiamo il compito che ci è stato dato: non abbiamo più alibi, non c'è più spazio per rinviare le riforme", ha precisato subito il premier. "L'Italia deve abbassare i toni e alzare le ambizioni", ha avvertito, lasciandosi poi andare a un: "Dato il derby, i voti della speranza hanno doppiato quelli del rabbia", riferendosi al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. "Se fallissimo - ha detto ancora - avremmo cancellato la parola speranza dal vocabolario della politica. Per cui subito al lavoro".

MOMENTO PER INVESTIRE IN ITALIA - "Ci sono tutte le condizioni per fare le riforme e scommetto su queste - ha aggiunto ancora Renzi - Il cammino delle riforme in Italia non si ferma e questo è il momento per investire in Italia. L'Italia non solo non torna indietro ma va avanti".

SE M5S VUOLE CONTRIBUIRE A RIFORME, CI SIAMO - "Se uomini e donne di buona volontà volessero portare il loro contributo al tavolo delle riforme - ha aperto poi Renzi riferendosi ai pentastellati - al quale noi stiamo convintamente con Forza Italia, noi ci stiamo. Perché le regole si scrivono insieme". "Le vicende europee e quelle italiane - ha aggiunto - pongono l'Italia al centro" e questo costituisce una "grossa responsabilità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata