Renzi: Io premier? Se Pd propone a Napolitano il mio nome ci penso

Roma, 1 mar. (LaPresse) - "Se per riuscire a superare lo stallo che si è creato e che, certamente, non fa bene al Paese, il Pd si presentasse con più nomi di possibili candidati alla presidenza del Consiglio e se fra quei nomi ci fosse anche il mio, allora io ci penserei seriamente". Lo afferma il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, in una intervista al Corriere della sera.

"Vedo - spiega Renzi - che alcuni giornalisti scrivono che io potrei fare il premier, che potrei fare il segretario. Tutte illazioni. E cavolate. La realtà dei fatti è questa: io non mi farò mai cooptare dal partito. Manco morto! Nessuno dei vertici potrà mai dire: 'Il nostro prossimo candidato premier sarà Renzi'. Perché a quel punto io dico: 'No, grazie'. Altra cosa è se il Partito democratico va alle consultazioni da Giorgio Napolitano con una rosa dei nomi. Cioè, senza dire che la richiesta è quella di Bersani secca".

Renzi sarebbe disponibile a fare il premier di una grande coalizione, che comprenda Grillo e anche Berlusconi, per avviare "le tante riforme da fare". "In quel caso - dice - potrei accettare di prendere in mano la situazione. So bene che ci potrei rimettere le penne, che mi converrebbe lasciar perdere, ma è una sfida che mi avvince".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata