Renzi inaugura la scuola antisismica a Bagnolo Piemonte
L'edificio ospita in 2200 metri quadrati circa 250 allievi

 La nuova scuola elementare Don Giovani Bosco di Bagnolo Piemonte, nel cuneese, che è stata inaugurata oggi dal premier Matteo Renzi, è una struttura completamente antisismica, grazie a una gabbia di cemento e ferro che le consente di assorbire le vibrazioni. Il cantiere, iniziato nel giugno 2015, è durato un anno e l'investimento è stato di poco più di 2 milioni di euro. Di questi fondi circa 500mila sono provenienti dalla Protezione civile, 500mila sono finanziati dalla Regione Piemonte e poco più di un milione sono stati sbloccati dal patto di stabilità dal governo. Bagnolo è una delle zone sismiche del Piemonte ed è stata distrutta da un terremoto nell'Ottocento.

La scuola, costruita secondo le più moderne norme anti sismiche ma anche ad alto risparmio energetico, ospita in 2200 metri quadrati circa 250 allievi. Ha uno spazio esterno, inoltre di 7mila metri quadrati. Alla visita hanno partecipato anche il dirigente scolastico, Nicola Rossetto, e l'architetto Aimaro D'Isola che ha progettato la scuola rivestita in pietra di Luserna, materiale tipico della zona.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata