Renzi: Impegno della maggioranza sulla legge contro il voto di scambio

Dal nostro inviato Giuseppe Colombo

Scalea (Cosenza), 26 mar. (LaPresse) - "In Parlamento stanno lavorando per trovare una soluzione: c'è l'impegno comune della maggioranza per una legge che sia approvata il più velocemente possibile e che sia efficace". Così il premier Matteo Renzi nel corso di una conferenza stampa nel municipio di Scalea, in provincia di Cosenza, in merito alla proposta di legge per la riformulazione dell'articolo del codice penale sul voto di scambio politico-mafioso. "Sul singolo tema - ha aggiunto - sarà un valore condiviso quando tutti i partiti, di maggioranza e di opposizione, saranno in grado di non utilizzare questi temi non come scontro, ma come condivisione".

"VADO IN EUROPA A TESTA ALTA". In Europa, ha detto ancora Renzi, "ci vado a testa alta perché vado a rappresentare un grande Paese". "Guardiamoci negli occhi - ha aggiunto - perché bisogna avere il coraggio di dire che sulla gestione dei fondi europei bisogna cambiare totalmente passo, lasciando una gestione burocratese". Prima di incontrare gli amministratori locali, il premier ha fatto visita alla scuola 'Gregorio Caloprese', dove si è intrattenuto con gli studenti.

PROTESTA MAMME STUDENTI. Al suo arrivo davanti alla scuola Renzi è stato accolto da una protesta messa in atto da alcune mamme degli alunni dell'istituto davanti al cancello d'ingresso. Le donne reggevano uno striscione con la scritta 'Le mamme sono indignate, chiedeteci perché'. "Renzi dovrebbe venire qui una volta al mese - ha detto una delle mamme - per capire come sta realmente il nostro paese: oggi, per il suo arrivo, hanno pulito tutto, ma basta fare un giro per le vie periferiche di Scalea per capire il degrado che c'è". Alla protesta si sono uniti anche alcuni cittadini e alcuni esponenti della onlus 'Sanita è vita'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata