Renzi: Elezioni saranno nel 2018, comunque vada il Referendum
Ospite alla Versiliana ha invitato il presidente dell'Anpi alla festa dell'Unità

Le elezioni "ce le abbiamo nel 2018", comunque vada il Referendum. Lo ha detto il premier Matteo Renzi, durante un suo intervento alla Versiliana, a Marina di Pietrarsa, parlando delle elezioni politiche. 

INVITO ALL'ANPI. "Il presidente dell'Anpi dice tutti i giorni che non vogliamo l'Anpi alla festa dell'Unità. Decida lui come dove e quando: io lo invito, sabato e domenica prossimi, a un confronto pacato sul referendum. Non è possibile che si continui a dire che noi non vogliamo un confronto". Renzi ha precisato: "Gli italiani non devono dire sì a me, ma si potrà semplificare e avere un sistema che funzioni meglio?". 

EUROPA DI SPINELLI. "L'Europa smetta di essere solo l'Europa della finanza e delle banche ma torni ad essere quella di Altiero Spinelli". Così, Renzi alla vigilia del vertice di Ventotene con i leader europei. "L'austerity in Europa ha creato solo danni", ha aggiunto ancora in un altro passaggio del suo intervento.

MIGRANTI: NON SIAMO SOLI - Durante il suo intervento Renzi ha anche affrontato il tema sempre caldo dell'emergenza immigrazione. "La Germania lo scorso anno ha avuto 1 milione e 170mila arrivi. La Germania ha avuto 8-9 volte quelli che abbiamo avuto noi. Quest'anno ne sta arrivando qualcuno meno, 102mila contro 106mila dello scorso anno nello stesso periodo. Non siamo da soli, se guardate ai numeri ci deve essere la consapevolezza che questo è un problema europeo", ha affermato.  "Aiutare i migranti a casa loro significa fare degli investimenti. Dobbiamo stabilizzare le zone da cui partono, dobbiamo fare i campi in Africa, bisogna avere l'intelligenza di non suscitare allarme e causare problemi - ha aggiunto - Lo so che ho perso un po' di voti sulla questione dell'immigrazione, ma l'Europa ha tanto bisogno dei valori dell'Italia, di quei valori abbiamo bisogno tutti".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata