Renzi contestato alla Ansaldo Breda di Reggio Calabria e a Catania

Roma, 28 nov. (LaPresse) - "Acceleratore di imprese a Catania. Un luogo dove i sogni possono diventare progetti. E posti di lavoro. Anche questo è #sud". E' quanto scritto dal premier Matteo Renzi su Twitter, oggi a Catania e a Reggio Calabria. Qui, nella sua attesa, si è accesa la protesta. Davanti alle officine Ansaldo Breda, infatti, fuori dai cancelli, slogan e striscioni e lanci di uova da parte dei lavoratori lsu ed lpu. Con lui il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Del Rio ed il ministro degli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta.

A Catania un gruppo di manifestanti ha cercato di superare il blocco delle forze dell'ordine per andare in municipio dove il presidente del consiglio avrebbe tenuto il suo discorso. Il corteo arrivato sotto Palazzo degli Elefanti dove ha sede il Comune, in piazza Duomo, ha scandito gli slogan “Vergogna” e “Renzi come Berlusconi”. Durante le proteste sono stati accesi anche alcuni fumogeni. Il discorso del premier ha avuto in sottofondo per alcuni momenti il coro delle proteste. "Il governo c'è e deve monitorare in modo più forte del passato l'utilizzo dei fondi europei", ha detto Renzi in Comune. "La riforma della giustizia civile è una priorità per l'attrazione di investimenti", ha aggiunto il premier durante il suo intervento.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata