Renzi: Calipari servitore dello Stato morto da eroe

Roma, 4 mar. (LaPresse) - "Il sacrificio di Nicola, morto letteralmente da eroe facendo da scudo con il suo corpo per proteggere l'ostaggio appena liberato, è rimasto indelebile nella nostra mente e costituisce una delle immagini più intense e commoventi di un italiano, un servitore dello Stato, un uomo delle istituzioni, che svolgeva il proprio lavoro con un impegno civile incommensurabile e con straordinaria generosità". E' quanto si legge nel messaggio del presidente del Consiglio Matteo Renzi ai familiari di Nicola Calipari, dirigente della polizia deceduto in missione a Baghdad il 4 marzo 2005 durante la liberazione della giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata