Renzi: C'è chi scommette sulla sconfitta dell'Italia. Non mandiamo i buffoni in Europa

Roma, 18 mag. (LaPresse) - "C'è una parte delle forze politiche che scommette sulla sconfitta dell'Italia, purchè perda il presidente del Consiglio". Così il premier Matteo Renzi a 'L'arena' di Massimo Giletti su Rai1. A pochi giorni dal voto europeo, il presidente del Consiglio lancia il suo appello agli elettori, spiegando che "il 25 maggio si vota tra due schieramenti: da un lato i gufi - che sperano che il Pil vada male - e dall'altra ci siamo noi, che siamo imperfetti, ma siamo dei ragazzi che hanno cercato di fare qualcosa in 80 giorni". "Votate chi volete - ha detto Renzi - ma non mandate i buffoni" in Europa.

"GRILLO? SE LA RIDE SOTTO I BAFFI": Il premier è tornato anche a parlare di Beppe Grillo."Talvolta - ha detto - mi sembra che viva quest'esperienza più come un grande spettacolo e in fondo se la rida sotto i baffi di tanta gente che gli crede". E, ancora: "Da segretario del Pd posso dire che il M5S sta facendo meno piazze con meno gente e prenderà meno voti alle Europee".

"EXPO, CANTONE NON E' UN SUPEREROE". Impossibile non affrontare il tema dell'Expo, alla luce degli scandali sugli appalti che hanno travolto l'Esposizione Universale del prossimo anno. "La stragrande maggioranza degli appalti di Expo - ha detto Renzi -non ha avuto problemi di natura giudiziaria ma è inaccettabile che su più di un appalto ci siano state delle tangenti con gli stessi soggetti coinvolti 20 anni fa". "Cantone - ha aggiunto parlando del presidente dell'Autorità anticorruzione, inviato a Milano per vigilare proprio sugli appalti di Expo - non è un super eroe: non può essere sostituto del procuratore a Milano. Bisogna capire che tipo di poteri dargli".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata